Monthly Archives

febbraio 2017

Al calar del sole

Questione di punti di vista

16 febbraio 2017
Not Far Enough

Per prendere una decisione di qualunque tipo è necessario farsi una domanda che è alla base di ogni scelta consapevole, sentita e ragionata.

Ci sono tanti fattori da tenere in considerazione, tanti se, tanti ma, tanti pro e tanti contro. Ci sono tanti pareri, suggerimenti, consigli, degli amici, della famiglia, del partner, degli esperti, degli intrusi. Ci sono tanti sentimenti ed emozioni, c’è la paura, il dolore, la gioia e anche l’amore. Ci sono anche i fattori ambientali, tutti i contorni, tutti i dettagli e le rifiniture. C’è il giudizio degli altri, la posizione sociale, il prestigio, i soldi.

Ci sono così tante cose da tenere in considerazione che quando la decisione spetta a te non sai più quale sia la migliore. Poi qualche volta, per fortuna, avviene un’illuminazione o forse un pensiero o forse un don divino o forse di vino.

Mancava un elemento fondamentale per poter decidere! Un punto di partenza, una prospettiva, un passo indietro, una lente focale, una risposta. In questa decisione, tu chi vuoi amare?

E allora i consigli, il dovere, la reputazione, la scalata sociale, la paura, tutti i benedetti “fattori da considerare” prendono pian piano una nuova piega. Perché la prospettiva è stata definita.

Ci sono delle cose nella vita che si devono fare. Ci sono anche delle occasioni nelle quali la persona d’amare è qualcun’ altro. Ci sono persino delle situazioni nelle quali la priorità va data ad un oggetto, un giudizio, un’ambizione.

Ma qualche volta la priorità sei tu, solo tu. I tuoi sogni, le tue passioni, i tuoi obiettivi, i tuoi valori e i tuoi ideali. Non c’è sempre una scelta giusta e una sbagliata. Ci sono scelte e strade e conseguenze e nuove scelte e nuove strade e nuove rinunce e nuove opportunità e nuove delusioni e nuove occasioni. Ci sono sentieri che si formano e si riformano e si modificano e si dividono e qualche volta si ricongiungono, qualche volta restano nella memoria come meravigliosi, ma non più possibili, non più costruibili.

E in questo susseguirsi di decisioni è bello ricordarsi che qualche volta, forse, vale la pena amarsi un pò di più.

Perché la strada, seppur condivisibile è tua. Soltanto tua.

Meravigliosamente tua.

G.