Al calar del sole

Tanti auguri a noi!

1 giugno 2016

Ciao, sono Giulia, ho 24 anni (dire che fra 2 mesi ne compio 25 mi mette ansia) e non viaggio da 2 settimane. Si, oggi, ho deciso che dovrebbero organizzare dei gruppi di mutuo aiuto anche per i malati cronici di viaggio. Esiste una parola per indicare qualcosa del genere: è Wanderlust.

wanderlust

A quanto pare, non è colpa mia. Secondo uno studio recente, infatti, la voglia costante di viaggiare si può ricondurre a un derivato genetico del gene DRD4. Io non ho idea di cosa voglia dire ma, adesso che l’ho scoperto, mi sento un po’ meno in colpa. No, ecco specifichiamo, care vecchiette vicine di casa che non è colpa mia, io ho quel derivato!

Bene, adesso che abbiamo scoperto che non è mancanza di voglia di lavorare e non è nemmeno voglia di fuggire io voglio sapere perché non vedo l’ora di ripartire. Di conoscere nuove terre, di vedere nuovi posti, di incontrare nuove persone, di fare foto meravigliose, di essere ispirata per nuovi racconti, insomma, di viaggiare.

Ciao, sono Giulia, amo viaggiare, ho un gene speciale, sono assolutamente normale e ho trovato un gruppo di aiuto. O meglio, ho trovato un blog di aiuto. Si chiama Not Far Enough e oggi compie un anno.

Mi ha portato a Londra, a Pechino, in Egitto, negli Stati Uniti, in Congo, in Madagascar. Mi ha portato a Xi’an, in Portogallo, a Parigi e a Milano. Mi ha fatto conoscere cuori, persone, sogni, libri e desideri. Mi ha fatto piangere e ridere, mi ha fatto arrabbiare e gioire. Ma soprattutto mi ha permesso di non essere mai abbastanza lontana. Dalla mia famiglia, dai miei amici, dalla mia casa, da chi avevo appena conosciuto, da chi non conoscevo per niente. Da chi ha voluto scrivere, da chi ha voluto condividere, da chi ha voluto raccontare, da chi ha voluto rimanere anonimo e da chi ha mostrato anche la sua parte più profonda.

Ciao, sono Giulia, ho quasi 25 anni e l’anno scorso, il 1 giugno ho realizzato un sogno avendo il coraggio di aprire un blog. E niente sarebbe stato possibile senza l’aiuto di Marta, che dice che fa, che qualche volta scompare per tornare più carica, che mi dice che è bello, che quando scriviamo siamo belle insieme.

Non scriviamo per gli altri, scriviamo per noi. Ma sapere che l’emozioni sono condivise, i racconti sono letti e i sorrisi nascono anche in chi legge ci riempie il cuore. Grazie a tutti i guest, grazie ai lettori fedeli, grazie a chi non si perde un articolo, grazie a chi guarda solo le immagini, grazie a chi condivide i nostri post, grazie a chi legge solo ogni tanto, grazie a chi commenta e grazie a mia nonna che si fa leggere tutto ad alta voce.

Non siamo mai abbastanza lontani, siamo sempre Not far Enough. Tanti auguri, caro blog, tanti auguri a noi.

Ciao, sono Giulia e oggi compio un anno come scrittrice di un blog al quale voglio molto bene.

Ciao, sono Giulia e sono felice.

G.

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Caterina 1 giugno 2016 at 19:59

    Ciao Giulia, sono Caterina e adoro leggere i vostri post…non smettete, perchè portate in vita storie meravigliose di persone splendide!

  • Reply Giulia 2 giugno 2016 at 23:17

    Ciao Caterina! Prima o poi ci incontreremo di persona, ne sono certa 🙂 Nel frattempo rimani sempre not far enough… anche come guest 😛

  • Leave a Reply