Guests

19 Aprile 2016 GIULIA RENZI LA COMUNISTA SI LAUREA

20 aprile 2016

Avevamo annunciato tempo fa la partenza di un pirla che lasciava l’Italia per andare a lavorare ad Amsterdam. Allora eravamo a corto di contenuti, ma ora è tempo di cose serie: Giulia Renzi si è laureata, per la seconda volta, in inglese e pure al Sud. Non che la notizia sconvolga qualcuno, lo han sempre saputo tutti che Giulia è comunista e che pur di fare integrazione s’è pure trovata un ragazzo all’estero.

Eppure un po’ di spirito capitalista non le manca, nemmeno i suoi inutili tentativi di disdegnare la Bocconi funzionano per farci pensare il contrario. È perfino andata in Cina a lottare coi water per dimostrare di essere una che le mani se le sporca per davvero. Senza contare il mese in India, alla ricerca della vacca sacra. A lezione le avevano parlato di CASH COW e l’unico modo per trovarne una senza passare per capitalista era andare a cercare una mucca in India e rivenderla a un macellaio italiano, iniziando un business proficuo che in India è in stallo (non in stalla!) dalla notte dei tempi. Per non dimenticarsi infine l commercio illegale di Snooze tra Svezia e Italia. E così nulla, appena torna nella terra dei mangiatori di gnocco fritto, parlando una lingua ignota alla maggior parte della commissione conquista il titolo.

Da quel momento, un tripudio di canti, cori, festeggiamenti, risate, momenti che solo la famiglia Renzi è in grado di regalare. Quel pirla che è andato a lavorare ad Amsterdam adesso si sta mangiando le mani per essersi perso una giornata così. Avrebbe voluto essere lì ad aumentare la tensione ripetendo “tra poco tocca a te”. Avrebbe voluto poter insultare i professori ad ogni domanda inopportuna, e farsi venire i brividi quando la formula sacra fosse stata proclamata. Avrebbe voluto brindare alla corona d’alloro con Lambrusco biologico, ridere a crepapelle alla canzone del Trio R. e piegarsi in due con il video della Combriccola. Ad ogni modo, anche se a distanza, la felicità è tanta e l’orgoglio ancora di più. Dopotutto, che fosse una con del fegato era chiaro da tempo, o quella cozza cruda per una strada di Istanbul col cavolo che l’avrebbe mangiata!!

Ancora complimenti büla!

Saluta il trio R. e il team Vichinghi. Da Amsterdam il pirla ti manda un grande abbraccio!

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply